Manutenzione caldaie domestiche


Sia la presente legislazione (DPR412/93come modificato dal D.P.R. 551/99) che la nuova (D.Lgs 192/05 e s.m.i., comma 1 Allegato "L"), prescrivono che le operazioni di controllo ed eventuale manutenzione dell'impianto termico debbano essere eseguite secondo i seguenti crtiteri:

a) conformemente alle istruzioni tecniche relative allo specifici modello elaborate dal fabbricante ai sensi della normativa vigente;

b) in ogni caso le operazioni di controllo e manutenzione delle restanti parti dell'impianto termico e degli apparecchi e dispositivi per i quali no siano disponibili le istruzioni del fabbricante relative allo specifico modelllo, devono essere eseguite secondo le prescrizioni e con la periodicità prevista dalle vigente normative UNI e CEI per lo specifico elemento o tipo apparecchio o dispositivo.

 


I controlli riportati nei modelli "G" e "F" allegati alla dgr 5117/2007 e successive modifiche, comprensivi delle analisi di combustione e, ove richiesto, della misurazione del tiraggio, devono essere eseguiti in contemporanea alle operazioni di controllo e manutenzione, e devono eesere effettuati, in caso non siano state espresse le tempistiche di manutenzione di cui sopra, almeno con le seguenti cadenze:


a) ogni 2 anni per gli impianti termici alimentati a combustibile gassoso se di potenza nominale al focolare complessiva inferiore a 35 KW;


b) annualmente per tutti gli altri impianti termici;


c) per impianti termici con generatori di calore alimentati a combustibile liquido di potenza termica nominale al focolare complessiva uguale o maggiore a 116 KW ovvero per impianti termici con generatori di calore di potenza termica al focolare complessiva uguale o maggiore a 350 KW è inoltre prescritta una seconda determinazione del solo rendimento di combustione da effettuare normalmente alla metà del periodo di riscaldamento.


La suddetta frequenza è da ritenersi la minima sufficiente ai fini di garantire un adeguato controllo per il risparmio energetico; rimangono fatte salve indicazioni più restrittive dichiarate in forma scritta su idoneo manuale di uso e manutenzione elaborato del costruttore/installatore dell'impianto o dal costruttore dei componenti per comprovati motivi di sicurezza.
Al termine delle operazioni di controllo e manutenzione, l'operatore è tenuto a redigere e sottoscrivere il rapporto di controllo e manutenzione conforme allo schema "G", per gli impianti con potenza nominale al focolare minore di 35 KW e allo schema "F", per gli impianti con potenza nominale al focolare maggiore o uguale a 35 KW, entrambi allegati alla dgr 5117/2007 e successive modifiche.
I suddetti allegati "G" e "F" sono dei rapporti di controllo tecnico che contengono le informazioni minime richieste.
Nel caso lo ritengano necessario o utile alla loro attività, gli operatori preposti alla loro compilazione possono inserire informazioni e dati ulteriori che non vadano ad escludere o sostituire quanto riportato negli suddetti allegati "G" e "F". In entrambi i casi l'originale del rapporto deve essere conservato insieme a tutta la documentazione di corredo all'impianto.
La manutenzione di impianti costituiti da più generatori si intende conclusa nel momento in cui tutti i generatori sono stati sottoposti ai necessari controlli.
In particolare se le operazioni di manutenzione sono effettuate in giorni differenti, la data di controllo e di avvenuta manutenzione da riportare sui rapporti di controllo tecnico dei singoli generatori è la data in cui tali operazioni si considerano concluse per tutti i generatori che costituiscono l'impianto.
Gli apparecchi non collegati tra di loro a servizio di un'unica unità immobiliare (quali moduli radianti a gas, aerotermi e termoconvettori) rappresentano un unico impianto ma sono soggetti alla manutenzione secondo la periodicità prevista in base alla potenza nominale al focolare di ciascun apparecchio, salvo diverse indicazioni da parte del costruttore.
Qualora la somma della potenza di tutti gli apparecchi sia superiore o uguale a 35 KW, il rapporto di controllo tecnico e manutenzione da utilizzare deve essere conforme all'allegato "F" sopra citato.




XHTML 1.0 Strict Valido!

CSS Valido!

Web Agency, Sviluppo Mobile, Servizi Cloud, Social Marketing